Ai sensi delle DGR XI/2720 del 23/12/2019 – DGR XI/2862 del 28/02/2020 – Decreto 2506 del 26/02/2020 – DGR XI/3055 del 15/04/2020

 

Per saperne di più:

 

1. Finalità

Gli interventi previsti dalle DGR XI/2720/2019, XI/2862/2020 e XI/3055 del 15/04/2020 Misura B2, si concretizzano in interventi di sostegno e supporto alla persona e alla sua famiglia per garantire una piena possibilità di permanenza della persona fragile al proprio domicilio e nel suo contesto di vita. 

 

2. Destinatari

Sono destinatari della Misura i soggetti assistiti al domicilio che, alla data di presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti: 

 

  • Residenza in uno dei dodici Comuni dell’Ambito di Sesto Calende (Angera, Cadrezzate con Osmate, Comabbio, Ispra, Mercallo, Ranco, Sesto Calende, Taino, Ternate, Travedona Monate, Varano Borghi, Vergiate);

 

  • di qualsiasi età, al domicilio, che evidenziano gravi limitazioni della capacità funzionale che compromettono significativamente la loro autosufficienza e autonomia personale nelle attività della vita quotidiana, di relazione e sociale;

 

  • in condizione di gravità così come accertata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della legge 104/1992 oppure beneficiarie dell’indennità di accompagnamento, di cui alla legge n. 18/1980 e successive modificazioni/integrazioni con L. 508/1988;

 

  • con i seguenti valori ISEE ai sensi del DCPM n. 159/2013:
    • ISEE ordinario compreso tra € 7.500,00 e € 40.000,00 nel caso di minori disabili gravi;
    • ISEE sociosanitario compreso tra € 7.500,00 e 25.000,00 nel caso di adulti disabili gravi e anziani;

 

3. Valutazione multidimensionale delle persone e Progetto di assistenza individuale(P.A.I.)

È la sintesi del profilo funzionale della persona e della valutazione sociale ‐ condizione familiare, abitativa e ambientale ‐ che emerge, oltre che da un’osservazione e un’analisi della situazione della persona e del suo contesto abituale di vita, anche dall’utilizzo delle scale ADL e IADL, utili a rilevare il grado di dipendenza nelle attività della vita quotidiana e in quelle strumentali della vita quotidiana.

Per assicurare una presa in carico globale della persona con problematiche sociosanitarie e per evitare sovrapposizioni di interventi, la valutazione è di carattere multidimensionale. Essa è effettuata in maniera integrata tra ASST e Comuni sulla base di appositi protocolli operativi in cui è specificato l’apporto professionale da parte dell’ASST per la componente sociosanitaria che affiancherà quella sociale dei Comuni.

Nel caso in cui il cittadino sia stato preso in carico dalla misura B2 ai sensi della DGR 1253/2019, sarà ritenuta valida la relativa valutazione multidimensionale, fatto salvo eventuali variazioni nel frattempo intercorse.  

Alla valutazione multidimensionale seguirà la sottoscrizione di un Progetto di assistenza individuale (P.A.I.) tra le parti (operatore del Comune che ha in carico la persona, operatore dell’A.S.S.T. e richiedente/rappresentante legale o familiare) che definisca gli obiettivi di sostegno alla domiciliarità, il piano degli interventi e le modalità di verifica. 

 

 

4. Strumenti e tipologie di intervento

Gli strumenti previsti dalle DGR XI/2720/2019, XI/2862/2020, XI/3055 sono:

 

 

A)

Buono sociale mensile per caregiver familiare  

Caratteristiche e finalità 

Il buono sociale è finalizzato al sostegno dei familiari conviventi che prestano assistenza continuativa al beneficiario del buono. Sono ammessi al presente beneficio anche i familiari non conviventi nello stesso nucleo familiare purché residenti entro un raggio di 30 km dal luogo di residenza dell’assistito. 

Valore ISEE

Minori disabili gravi: min 7.500,00€ – max 40.000,00€ ISEE ordinario Adulti disabili gravi: min 7.500,00€ – max 25.000,00€ ISEE sociosanitario

Anziani non autosufficienti: min  7.500,00€ – max 25.000,00€ ISEE sociosanitario

Entità             del

beneficio

Da 50,00€ a 150,00€ 

Sotto il valore minimo di ISEE viene riconosciuto il 100% del valore del buono sociale per caregiver familiare (€ 150,00). Sopra il valore massimo non si accede alla misura.

Nella fascia compresa tra i due estremi, viene applicato un criterio di aumento progressivo del contributo al decrescere del valore ISEE. Un apposito algoritmo individua il contributo corrispondente per ogni valore ISEE (senza suddivisione in fasce), per garantire la massima

 

 

 

progressività.

Il valore minimo di contributo da erogare in corrispondenza della soglia massima di reddito ISEE di € 40.000,00 in caso di Minori disabili gravi o € 25.000,00 in caso di Adulti disabili gravi e Anziani non autosufficienti è pari a € 50,00. 

 

Il valore del buono sarà dimezzato in ragione della frequenza a tempo pieno di unità d’offerta semiresidenziali sociosanitarie e sociali.

 

Durata beneficio

del

L’erogazione del beneficio economico parte dalla data di presentazione della domanda da parte del cittadino per 12 mesi.

 

 

 

Ad integrazione del suddetto buono, in caso di personale d’assistenza regolarmente impiegato è riconosciuto un ulteriore buono mensile sociale. 

 

 

A1)

Buono sociale mensile per Assistente familiare regolarmente assunto

 

Caratteristiche e finalità 

Il buono sociale è finalizzato al sostegno delle spese per la retribuzione dell’Assistente familiare assunto con regolare contratto di lavoro e degli oneri contributivi ad integrazione del buono per caregiver familiare. 

Valore ISEE

Minori disabili gravi: min 7.500,00€ – max 40.000,00€ ISEE ordinario Adulti disabili gravi: min 7.500,00€ – max 25.000,00€ ISEE sociosanitario

Anziani non autosufficienti: min  7.500,00€ – max 25.000,00€ ISEE sociosanitario

Entità              del

beneficio

In caso di assunzione full time (31-45 ore settimanali) 

Da 50,00€ a 200,00€ 

Sotto il valore minimo di ISEE viene riconosciuto il 100% del valore del buono sociale per caregiver familiare (€ 200,00). Sopra il valore massimo non si accede alla misura.

Nella fascia compresa tra i due estremi, viene applicato un criterio di aumento progressivo del contributo al decrescere del valore ISEE. Un apposito algoritmo individua il contributo corrispondente per ogni valore ISEE (senza suddivisione in fasce), per garantire la massima progressività.

 

 

 

Il valore minimo di contributo da erogare in corrispondenza della soglia massima di reddito ISEE di € 40.000,00 in caso di Minori disabili gravi o € 25.000,00 in caso di Adulti disabili gravi e Anziani non autosufficienti è pari a € 50,00. 

 

In caso di assunzione part time (1-30 ore ore settimanali) 

Da 25,00€ a 100,00€ 

Sotto il valore minimo di ISEE viene riconosciuto il 100% del valore del buono sociale per caregiver familiare (€ 100,00). Sopra il valore massimo non si accede alla misura.

Nella fascia compresa tra i due estremi, viene applicato un criterio di aumento progressivo del contributo al decrescere del valore ISEE. Un apposito algoritmo individua il contributo corrispondente per ogni valore ISEE (senza suddivisione in fasce), per garantire la massima progressività.

Il valore minimo di contributo da erogare in corrispondenza della soglia massima di reddito ISEE di € 40.000,00 in caso di Minori disabili gravi o € 25.000,00 in caso di Adulti disabili gravi e Anziani non autosufficienti è pari a € 50,00. 

 

Durata beneficio

del

L’erogazione del beneficio economico parte dalla data di presentazione della domanda da parte del cittadino per 12 mesi.

 

 

 

 

B)

Voucher sociali per sostenere la vita di relazione di minori con disabilità

 

Caratteristiche e finalità 

Il voucher intende sostenere la realizzazione di progetti di natura educativa/socializzante che favoriscano il benessere psicofisico dei minori (es. pet therapy, attività motoria in acqua, frequenza a centri estivi, ecc). Non sono finanziabili con tale tipologia di Voucher i costi relativi ad attività connesse alla frequenza scolastica ivi compreso pre e post scuola o attività di trasporto. 

Valore ISEE

minimo   €     7.500,00 massimo  €   40.000,00   

Entità             del

beneficio

Calcolato sulla base del progetto steso fino a un massimo di € 1.800,00

 

 

 

5. Compatibilità e incompatibilità 

L’erogazione della Misura B2 è compatibile con:

        ‐    Voucher anziani e disabili ex DGR n. 7487/2017 e DGR n. 2564/2019; 

‐ interventi di assistenza domiciliare: Assistenza Domiciliare Integrata, Servizio di Assistenza Domiciliare; 

        ‐     interventi di riabilitazione in regime ambulatoriale o domiciliare; 

        ‐     ricovero ospedaliero; 

‐ ricovero di sollievo per adulti per massimo 60 giorni programmabili nell’anno, per minori per massimo 90 giorni; 

‐ sostegni DOPO DI NOI riferiti esclusivamente per canone di locazione o per spese condominiali per persone disabili con progetto di vita indipendente; 

‐ prestazioni integrative previste da Home Care Premium/INPS HCP ad eccezione di erogazione di specifici contributi.

 

L’erogazione della Misura B2 è incompatibile con:

‐ accoglienza definitiva presso Unità d’offerta residenziali socio sanitarie o sociali (es. RSA, RSD, CSS, Hospice, Misura Residenzialità per minori con gravissima disabilità); 

        ‐    Misura B1; 

‐ contributo da risorse progetti di vita indipendente ‐ PRO.VI ‐ per onere assistente personale regolarmente impiegato; 

‐ ricovero di sollievo nel caso in cui il costo del ricovero sia a totale carico del Fondo Sanitario Regionale; 

        ‐      ricovero in riabilitazione/Sub acute/Cure intermedie/Post acuta; 

        ‐    presa in carico con Misura RSA aperta ex DGR n. 7769/2018 

‐     Bonus per assistente familiare iscritto nel registro di assistenza familiare ex l.r. n. 15/2015. 

 

Il Bonus per assistente familiare ex l.r. n. 15/2015 può essere erogato a persona valutata ammissibile alla Misura B2 ma non presa in carico con la stessa. 

 

  1. Budget allocato e criteri di attribuzione punteggi per la definizione della graduatoria dei soggetti ammessi:

Sulla base delle domande pervenute giudicate ammissibili, verranno predisposte tre graduatorie distrettuali:

        ‐     Graduatoria minori disabili

        ‐    Graduatoria adulti disabili (18‐64 anni)

        ‐    Graduatoria anziani (≥ 65 anni)

 

A ciascuna graduatoria è allocato un budget predefinito determinato su base storica:

‐ minori disabili            €          18.532,89 ‐ adulti disabili  €          40.500,00

               ‐ anziani                       €          81.000,00

 

 

Qualora, coperta per intero la singola graduatoria, il budget ad esse allocato presentasse delle risorse residue, queste finanzieranno le altre graduatorie fino a copertura del maggior numero possibile di posizioni utili.

Qualora, avendo finanziato tutte le domande pervenute, si verificasse un ulteriore residuo, sarà aperto un secondo bando nei mesi di novembre e dicembre.

 

 

 

7. Punteggi 

Alla definizione della graduatoria concorrono i seguenti fattori:

 

 

 

assenza 

presenza

Attestazione ISEE

max 300 punti

Il punteggio attribuito al valore ISEE sarà calcolato utilizzando un apposito algoritmo (senza suddivisione in fasce), per garantire la massima progressività.

 

 

                                                            

Indennità di

accompagnamento

max 30 punti

 

30

15

 

 

                                

Scale ADL ‐ IADL

max 140 punti

Il punteggio sarà attribuito secondo la seguente formula: x=(140(punteggio scala ADL+ punteggio

scala IADL)*10))

 

 

                                                            

Carico di cura

max 60 punti

presenza di rete familiare

10

5

Voucher anziani e disabili e DGR n. 7487/2017 e 2564/2019

10

5

Interventi di assistenza domiciliare: ADI 

10

5

Interventi di assistenza domiciliare:

SAD

10

5

Interventi di riabilitazione in regime ambulatoriale o domiciliare

 

5

Sostegni DOPO di NOI (come descritto)

10

5

Prestazioni integrative (Home Care Premium/INPS HCP)

10

5

 

 

I punteggi attribuiti ad ogni istanza determineranno l’ordine di inserimento nella graduatoria di appartenenza. A parità di punteggio verrà data la priorità all’ISEE più basso. Il punteggio massimo ottenibile è pari a 530 punti.

 

8. Documenti da presentare

Per l’accesso alla misura B2 si chiede di presentare i seguenti documenti: 

  • Documento di identità dell’interessato e del richiedente se persona diversa;
  • Carta nazionale dei servizi (CNS/CRS) del beneficiario dell’intervento;
  • Attestazione ISEE in corso di validità oppure DSU nel caso in cui, all’atto della presentazione della domanda, l’attestazione ISEE aggiornata non sia ancora disponibile. L’ISEE richiesto per i maggiorenni è il cosiddetto ISEE socio‐sanitario (della persona), per i minorenni è quello ordinario;
  • Copia del certificato della condizione di gravità così come accertata ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 104/1992 anche se in attesa dell’accertamento oppure dell’indennità di accompagnamento di cui alla Legge n. 18/1980. Nel caso la richiesta di certificazione della condizione di gravità
  • Contratto di assunzione dell’assistente familiare, con relativa matricola INPS e posizione INAIL;
  • Certificazione frequenza centri diurni (con indicazione n. di ore mensili effettive di frequenza)
  • Se la domanda viene presentata da amministratore di sostegno, curatore o tutore allegare copia del documento di identità e copia del decreto di nomina del Tribunale.

Il richiedente ha inoltre l’obbligo di comunicare al Comune ogni variazione che possa comportare la decadenza del diritto del buono.

 

Ulteriori indicazioni in merito alla presentazione delle domande

Considerate le difficoltà manifestate nella fase di emergenza sanitaria, al fine di agevolare la presentazione delle domande da parte degli interessati, laddove non è possibile presentare attestazione ISEE in corso di validità e altre certificazioni non immediatamente ottenibili, è chiesta la presentazione di autocertificazione e dichiarazione della propria condizione economica supportata da simulazione ISEE dal sito INPS. La domanda potrà essere perfezionata e corredata di tutti i documenti necessari entro 10 giorni dalla chiusura del bando.  

 

 

9. Riconoscimento del beneficio in caso di presentazione di più componenti del nucleofamiliare

In caso di richieste di utenti appartenenti allo stesso nucleo familiare:

  • per due adulti/anziani (o un adulto e un anziano) viene riconosciuto 1 buono + il 20% dello stesso;
  • per due minori vengono riconosciuti 2 buoni al 100%;

 

  • per un adulto/anziano e un minore viene riconosciuto 1 buono al 100% + il 50% dello stesso.

10. Modalità operative e procedure

Apertura bando: dal 15/05/2020 al 15/09/2020.

 

Il cittadino:

inoltra domanda corredata di tutti i documenti richiesti secondo le seguenti modalità:

  • via email all’indirizzo pec del proprio Comune di residenza;
  • di persona presso il Servizio sociale del proprio Comune di residenza previo appuntamento.

Indirizzi PEC e orari telefonici sono reperibili sui siti internet di riferimento.

 

L’Assistente sociale Comunale:  

  • protocolla la domanda ricevuta;
  • verifica il possesso dei requisiti per l’accesso di cui art. 2 del presente avviso;
  • attiva contatti col distretto per valutazione multidimensionale in caso di nuova domanda o variazione della valutazione relativa alla DGR 1253/2019;
  • procede alla stesura del PAI;
  • inoltra richiesta all’Ufficio di Piano esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

L’Ufficio di Piano

  • alla chiusura del bando procede all’istruttoria;
  • pubblica la graduatoria;
  • liquida ai Comuni i fondi assegnati.

 

11. Priorità di accesso 

Nessuna priorità viene fissata per continuità delle persone già in carico alla Misura B2 con l’annualità FNA precedente (di cui DGR 1253/2019).

 

12. Erogazione e validità della domanda

L’erogazione del beneficio economico parte dalla data di pubblicazione del bando fino a un massimo di 12 mesi. L’Ambito Territoriale si riserva la facoltà di effettuare un controllo su un campione non inferiore al 5% dei beneficiari della misura.

I fondi di cui DGR DGR XI/2720/2019, XI/2862/2020, XI/3055 saranno erogati dall’Ambito ai Comuni di residenza dei beneficiari che provvederanno a liquidare in tre tranche i titoli riconosciuti.

 

13. Sospensione o decadenza del diritto alla prestazione

Il beneficio decade a seguito della perdita di uno o più requisiti di accesso compreso il ricovero definitivo in strutture di tipo residenziale o a seguito del decesso del beneficiario. Per altre compatibilità/incompatibilità si faccia riferimento al punto 5 del presente bando.

 

 

In caso di decadenza del diritto o di decesso del beneficiario il buono spetta: ‐       nella misura del 50% se l’evento si verifica dal 1° al 15° giorno del mese; ‐       in misura intera se l’evento si verifica dal 16° giorno del mese in poi.

 

14. Trattamento dati personali

Il trattamento dei dati personali e sensibili rilasciati verrà effettuato nel pieno rispetto del Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali 2016/679 e dal D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 c.d. Codice Privacy, come modificato dal D.Lgs. n. 101/2018.  

  

Regolamento approvato dall’Assemblea dei Sindaci nella seduta del 14 maggio 2020

 

Download
Download this file (Bando FNA_DGR 2720_2019_2862_2020_3055_2020_def.pdf)Bando misura B2[ ]850 kB
Download this file (domanda ok[12522].doc)Domanda misura B2[ ]62 kB

Ultime notizie

Esiti prove orali e graduatorie finali di merito dei concorsi presso il Comune di Ternate

Si comunicano gli esiti delle prove orali e le graduatorie finali di merito - come definite dalle Commissioni - dei seguenti concorsi pubblici presso il Comune di Ternate.

Bonus facciate 2020

Il “bonus facciate” è il nuovo sconto fiscale per abbellire gli edifici delle nostre città. Consente di recuperare il 90% dei costi sostenuti nel 2020 senza un limite massimo di spesa e possono beneficiarne tutti.

Attivazione PagoPA

Il Comune di Ternate ha aderito al sistema nazionale dei pagamenti PagoPa, la piattaforma che consente a cittadini e imprese di effettuare pagamenti alle Pubbliche Amministrazioni e ai gestori di servizi di pubblica utilità in modalità elettronica.

Torna all'inizio del contenuto